Seleziona tratta e data

 
 
Seleziona Passeggeri
Seleziona Sistemazioni
Cabina
Letto
Poltrona
Ponte
Seleziona Veicolo
VEICOLI
Altezza superiore a 2,20 m    

CONDIZIONI GENERALI DI TRASPORTO PASSEGGERI E VEICOLI AL SEGUITO

 
 

SCARICA LE CONDIZIONI GENERALI DI TRASPORTO

SOCIETA’/VETTORE: Compagnia Italiana di Navigazione S.p.A.   

  • Via Sassari, 3 CAP 09123 CAGLIARI (sede legale)
  • Calata Porto di Massa Interno Porto snc Capannone Juta
    CAP 80133 NAPOLI (sede amministrativa e operativa)

Il Vettore marittimo è normalmente il Vettore contrattuale. L’unità navale utilizzata per il trasporto può far parte della flotta di Compagnia Italiana di Navigazione S.p.A. o di altro Vettore effettivo.

VETTORE DI FATTO: un soggetto diverso dal Vettore, che esegue effettivamente il trasporto, interamente o parzialmente.

PASSEGGERO: qualsiasi persona che abbia stipulato un contratto di trasporto marittimo di persone e, per l’effetto, sia titolare di un biglietto di passaggio emesso dal Vettore attraverso i suoi canali di vendita diretti (biglietterie, sito internet) e/o indiretti (agenzie autorizzate) e che viaggi sulle unità navali.

VEICOLO: qualsiasi veicolo al seguito del passeggero non adibito a trasporto merci. Nella definizione di “veicolo” s’intende incluso anche l'eventuale rimorchio e/o roulotte ancorché assoggettati ad altro regime tariffario per il loro maggiore ingombro. Restano esclusi dalla suddetta categoria i veicoli adibiti ad uso commerciale (auto frigoriferi; furgoni oltre i 6 metri; camion) per i quali si applica la disciplina del trasporto di cose di cui agli artt.419 e ss. del Codice della Navigazione.

BIGLIETTO: titolo di viaggio comprovante la conclusione del contratto di trasporto ovvero biglietto di passaggio ex art.396 del Codice della Navigazione.

BAGAGLIO: bagaglio a mano non registrato e/o conservato nel proprio veicolo parcheggiato nel garage della nave e contenente esclusivamente effetti personali del passeggero.

La Società assume il trasporto dei passeggeri, del bagaglio e dei veicoli al seguito secondo quanto previsto dalle seguenti Condizioni Generali di Trasporto, dalle norme di cui agli artt. 396 e ss. del Codice della Navigazione, dal Regolamento UE/1177/2010 e dal Regolamento CE/392/2009. Detta disciplina è adeguatamente pubblicizzata a bordo delle navi, presso tutte le biglietterie di porto, gli uffici sociali e sul sito internet (www.tirrenia.it). L’estratto delle condizioni che regolano il trasporto sulle navi della Società è riportato anche sul biglietto. Le informazioni relative ai diritti dei passeggeri in base al Regolamento UE/1177/2010, richiamate nella “Carta della Mobilità”, sono disponibili a bordo delle navi, presso tutte le biglietterie di porto, gli uffici sociali e sul sito internet (www.tirrenia.it). Ai sensi dell’art.19 comma 6 del Reg. UE 1177/2010 la soglia minima al di sotto della quale la compensazione economica non è prevista è pari a 6 (sei) euro. Le Condizioni Generali di Trasporto sono soggette a variazioni e modifiche al fine di renderle coerenti con la normativa applicabile. Il testo delle stesse, presente sul sito internet della Società (www.tirrenia.it), è quello che fa fede ai fini dell’individuazione del contenuto del contratto.

L’acquisto del biglietto comporta da parte del passeggero l’accettazione incondizionata a tutti gli effetti di legge delle seguenti Condizioni Generali di Trasporto passeggeri e veicoli al seguito. Allo stesso modo all’atto della prenotazione e/o acquisto del biglietto, il passeggero autorizza ipso facto al trattamento dei dati personali secondo le modalità specificate all’interno dell’Informativa sulla Privacy riportata sul sito internet (www.tirrenia.it) ed in conformità al Decreto Legislativo 196/2003.

Art.1 REGOLAMENTO PER IL TRASPORTO

L’oggetto del contratto è la prestazione di trasporto di persone con veicoli e bagagli al seguito come disciplinata dalle presenti Condizioni Generali, dagli artt.396 e segg. del Codice della Navigazione, dal Regolamento UE/1177/2010 e dal Regolamento CE/392/2009.

Il trasporto del veicolo al seguito è regolato dalle norme italiane in materia di trasporto di bagagli al seguito (artt.410 e segg. Codice della Navigazione), dalle presenti Condizioni Generali e dal Regolamento CE/392/2009.

L’indicazione della nave che eseguirà il trasporto è meramente orientativa essendo possibile per il Vettore eseguire lo stesso con altra nave ed anche di altri Vettori.

Il Vettore declina ogni responsabilità per i danni causati al passeggero dal ritardo o dalla mancata esecuzione del trasporto qualora l’evento derivi da caso fortuito, forza maggiore, condizioni meteomarine avverse, scioperi e guasti tecnici costituenti forza maggiore o altre cause ad esso non imputabile. È comunque facoltà del Comandante della nave, in presenza di avvenimenti che possano compromettere la sicurezza della nave e/o dei passeggeri, modificare l’itinerario.

Per il regime di responsabilità in relazione al trasporto dei passeggeri, bagagli e veicoli al seguito e per quanto non previsto dalle presenti Condizioni Generali, si fa espresso rinvio alle norme del Codice della Navigazione ed ai Regolamenti comunitari vigenti. Sino allo sbarco, i passeggeri sono responsabili dei proprio bagaglio a mano e di quanto in esso contenuto.

I tempi di traversata sono indicativi e calcolati sulla base della distanza fra i porti e in condizioni meteomarine favorevoli.

Il Vettore non potrà essere ritenuto responsabile di ritardi dovuti alle operazioni portuali eseguite dal personale non dipendente del Vettore.

Art.2 VALIDITA’ DEL BIGLIETTO

Il biglietto di passaggio è personale, non è cedibile ed è valido solo per il trasporto in esso specificato. Il passeggero è tenuto a custodire il biglietto per giustificare il proprio diritto al viaggio e ad esibirlo al personale della nave o a funzionari del Vettore che ne facessero richiesta. Il passeggero che fosse trovato sprovvisto del biglietto, sarà tenuto al pagamento del doppio del prezzo di passaggio, fatto salvo il risarcimento dei relativi danni.

Alla consegna del biglietto il cliente è tenuto a verificare che tutti i dati corrispondano alla sua richiesta e che i dati del veicolo al seguito corrispondano a quanto indicato sul libretto di circolazione. Il Vettore non assume alcuna responsabilità per errori od omissioni segnalate successivamente.

In ottemperanza alla normativa in materia di Security, i nominativi dei passeggeri, i dati circa i documenti di identità, la marca, il tipo e la targa dei veicoli indicati sul biglietto devono necessariamente corrispondere ai passeggeri ed ai loro veicoli in partenza. In caso contrario l’accesso ai varchi portuali e all’imbarco sarà rifiutato.

Le offerte e le condizioni pubblicizzate possono subire modifiche fino al momento dell’emissione del biglietto.

Art. 3 SISTEMAZIONE

Al passeggero verrà assegnata la sistemazione indicata sul biglietto e, in mancanza della stessa, quella indicata dal Comandante o dal Commissario di Bordo. La Società, in caso di oggettiva necessità, ha la facoltà di assegnare al passeggero una sistemazione diversa. Nel caso in cui la sistemazione assegnata fosse di categoria superiore, non verrà richiesta alcuna differenza tariffaria, mentre se la nuova sistemazione fosse di categoria inferiore, il passeggero potrà richiedere alla Società il rimborso della differenza tariffaria.

Il passeggero, ove ve ne sia disponibilità, può ottenere una sistemazione di categoria superiore rispetto a quella originariamente acquistata, previo pagamento della relativa differenza di tariffa, calcolata a prezzo intero (anche se il passeggero abbia titolo per ottenere riduzioni e senza applicazione di alcun diritto di esazione).

Le cabine dovranno essere liberate almeno un’ora prima dell’arrivo in porto, al fine di consentire che le operazioni di sbarco si svolgano in sicurezza, salvo l’acquisto del servizio c.d. “late check out” (vedi informativa sul sito www.tirrenia.it).

Le modalità e i tempi di rilascio delle sistemazioni, così come le indicazioni dei punti di ritrovo presso le aree comuni, saranno comunicati dal Comando Nave.

Art.4 ANNULLAMENTO TOTALE DEL BIGLIETTO E RIMBORSI

Nel caso in cui il passeggero rinunci al viaggio ha diritto al rimborso del biglietto (ad eccezione dei biglietti a tariffa speciale cfr. art. 10), con applicazione delle seguenti penalità:

  • il 10% per i rimborsi richiesti fino al giorno precedente la partenza della nave;
  • il 25% per i rimborsi richiesti il giorno della partenza della nave e comunque prima della partenza nave.

I diritti web non sono mai rimborsabili.

Il diritto al rimborso dei passaggi disdettati si prescrive decorsi sei mesi dalla data di partenza originariamente prevista. 

I biglietti emessi con tariffe speciali o promozionali, non sono rimborsabili.

Art. 5 BIGLIETTI SMARRITI O RUBATI

La perdita o il furto di un titolo di viaggio, deve essere immediatamente segnalata all’agenzia emittente o all’ufficio portuale del vettore contraente al momento della partenza. L’emissione del duplicato potrà avvenire solo a condizione che il biglietto originario non risulti già utilizzato, previa presentazione di documento d’identità e previo pagamento del corrispettivo di € 10,00, a fronte delle spese amministrative e di gestione a tal fine sostenute dal vettore.

Art.6 MANCATA RICEZIONE DEI BIGLIETTI ACQUISTATI ONLINE

Fermo restando quanto previsto al precedente articolo 5, in caso di mancata ricezione di un titolo di viaggio per causa non imputabile al Vettore, tra cui, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, l’errata indicazione dei dati di recapito forniti dal passeggero, il malfunzionamento della sua rete internet o di telefonia mobile, il malfunzionamento del terminale informatico o telefonico del passeggero, deve essere tempestivamente segnalata all’indirizzo bigliettionline@tirrenia.it

L’emissione del duplicato potrà avvenire solo a condizione che il biglietto originario non risulti già utilizzato, previa identificazione del passeggero e previo pagamento del corrispettivo di € 10,00, a fronte delle spese amministrative e di gestione a tal fine sostenute dal vettore.

Art.7 PENALI DI VARIAZIONE

Le modifiche al titolo di viaggio possono essere richieste solo prima della partenza nave e si distinguono in variazioni effettuate fino al giorno prima della partenza, variazioni effettuate il giorno stesso della partenza e variazioni di biglietti a tariffa speciale o promozionale.

Di seguito il dettaglio delle modifiche: 

  • Variazioni effettuate fino al giorno prima della partenza:

1) In caso di modifica della data, linea o orario di partenza, non viene applicata alcuna penale quando l’importo del nuovo biglietto risulti uguale o maggiore a quello precedente. Nel caso in cui l’importo del nuovo biglietto risulti inferiore, sarà applicata una penale del 10% sull’intero importo del vecchio biglietto;

2) In caso di modifica sul tipo di sistemazione, numero passeggeri e/o veicoli, non viene applicata alcuna penale se il nuovo importo è uguale o maggiore al prezzo del biglietto modificato. Nel caso di modifica parziale al numero passeggeri e/o veicoli, sarà applicata una penale del 10% sull’importo delle sistemazioni (passeggero e/o veicolo) cancellati.

  • Variazioni effettuate il giorno della partenza:

Tutte le variazioni richieste il giorno della partenza della nave sono soggette a una penale del 25%.

  • Variazioni di biglietti a tariffa speciale o promozionale:

Ogni modifica richiesta per i biglietti emessi con tariffe speciali o promozionali, comporta il pagamento di € 25,00 più eventuale differenza tra la tariffa speciale acquistata e quella relativa alla nuova richiesta (se la variazione viene richiesta il giorno di partenza, verrà applicata anche la penale del 25%).

Ogni variazione di biglietti a tariffa speciale, che comporta una modifica al numero passeggeri e/o veicoli, non genera nessun rimborso.

La variazione è consentita solo per alcune tariffe speciali o promozionali come espressamente indicato nel titolo di viaggio.

Il biglietto originale, precedente alla modifica, dovrà essere obbligatoriamente consegnato all’agenzia che l’ha modificato.

Art.8 IMPEDIMENTO DELLA NAVE- SOPPRESSIONE DELLA PARTENZA – MUTAMENTO DI ITINERARIO

Fermo restando l’applicazione di quanto disposto in materia dal Reg. UE 1177/10, nel caso in cui la partenza sia impedita per cause non imputabili alla Società, al passeggero è dovuta la restituzione del prezzo del biglietto per come già corrisposto.

Nel caso invece in cui il Vettore intervenga a sopprimere la partenza e il passeggero non accetti di effettuare il viaggio con partenze successive a quella programmata, a quest’ultimo sarà dovuta sia la restituzione del prezzo del biglietto che un risarcimento dei danni. Tuttavia, se la soppressione ha luogo per giustificati motivi, il risarcimento non potrà eccedere il doppio del prezzo netto del biglietto pagato.

Alla stessa maniera saranno trattati eventuali mutamenti di itinerario o orario determinati da cause imputabili al Vettore e per cui il passeggero rifiuti il passaggio.

Art. 9 RITARDI

In caso di ritardo, la Società informa i passeggeri dell’orario previsto di partenza e di arrivo non appena tale informazione è disponibile, ma non oltre trenta minuti dopo la partenza prevista o un’ora prima dell’arrivo previsto.

Se i passeggeri perdono una coincidenza a causa di un ritardo, la Società fornisce informazioni in merito a coincidenze alternative.

Qualora la Società preveda che una corsa subisca un ritardo per cause ad essa imputabili, superiore a novanta minuti rispetto all’orario previsto di partenza, offre gratuitamente ai passeggeri generi di conforto e bevande in quantità ragionevole in funzione dei tempi di attesa e delle disponibilità della nave o del porto.

In caso di ritardo (o corsa persa) per cause imputabili alla Società, che renda necessario un soggiorno di una o più notti o un soggiorno supplementare rispetto a quello previsto, ove e allorché sia fisicamente possibile, i passeggeri ricevono gratuitamente la sistemazione in albergo o di altro tipo e il trasporto tra il terminale portuale e il luogo di sistemazione, oltre ai pasti e ai generi di conforto come sopra riportato. In tal caso, la Società può limitare il costo complessivo della sistemazione a terra a 80,00 Euro a notte, per un massimo di tre notti.

Se il servizio marittimo non può più essere proseguito, la Società organizza, ove e quanto prima possibile, servizi di trasporto alternativi per i passeggeri.

In applicazione dei paragrafi precedenti, la Società di fatto presta particolare attenzione alle esigenze delle persone con disabilità e a mobilità ridotta e dei loro accompagnatori.

Quando il Vettore prevede ragionevolmente che un servizio marittimo subisca un ritardo superiore a novanta minuti rispetto all’orario di partenza, il passeggero immediatamente:

  • riceve l’offerta di servizi di trasporto alternativi a condizioni ragionevoli o, se ciò non è praticabile, viene informato in merito a servizi alternativi offerti da altri operatori di trasporto;
  • riceve il rimborso del prezzo del biglietto, qualora non accetti i servizi di trasporto alternativi di cui alla lettera a).

Il rimborso di cui alla lettera b) avviene con modalità identiche a quelle previste per la compensazione economica di cui al successivo paragrafo.

Fatto salvo quanto previsto dalla vigente normativa comunitaria e dagli accordi commerciali, in caso di particolari eventi (manifestazioni religiose, manifestazioni sportive, etc.) la compensazione economica, eventualmente dovuta dalla Società al passeggero nei casi di ritardo all’arrivo per cause ad essa imputabili, è calcolata in relazione al prezzo pagato e viene garantita secondo i seguenti livelli minimi:

  • il 25% del prezzo del biglietto per un ritardo di almeno:
    • un’ora in un servizio regolare fino a quattro ore;
    • due ore in un servizio regolare di più di quattro ore ma non superiore a otto ore;
    • tre ore in un servizio regolare di più di otto ore ma non superiore a ventiquattro ore.
  • Se il ritardo supera il doppio del tempo indicato alle lettere da a) a c) la compensazione economica è pari al 50% del prezzo del biglietto.

La compensazione economica è effettuata entro un mese dalla presentazione della relativa domanda, mediante buoni e/o altri servizi, ovvero in denaro su richiesta del passeggero. Non è dovuta nel caso in cui il ritardo sia provocato da condizioni meteorologiche che mettano a rischio il funzionamento sicuro della nave o da circostanze straordinarie che ostacolino l’esecuzione del servizio.

Il pagamento da parte della Società avviene mediante bonifico bancario. Fanno eccezione i biglietti emessi da Tour Operator, che normalmente vengono rimborsati dall’agenzia viaggio che ha venduto il pacchetto turistico.

Art.10 TARIFFE SPECIALI – RESTRIZIONI

Le tariffe speciali della Società sono indicate sul sito aziendale www.tirrenia.it.

Avvalersi di tariffe speciali comporta alcune restrizioni:

  • Sono disponibili in numero limitato fino ad esaurimento dei posti ad esse destinati (posti variabili in base alla data, all’orario di partenza ed alla linea/tratta);
  • Tutte le offerte pubblicate sono valide alla data dell’acquisto del biglietto e non comprendono le offerte speciali e le campagne promozionali straordinarie eventualmente proposte dal Vettore nel corso della stagione, che potranno in ogni caso derogare alle offerte e alle condizioni in vigore al momento della stampa senza avere effetto retroattivo né dare alcun diritto rispetto ai contratti già conclusi.
  • In generale, non sono retroattive, né cumulabili con altre facilitazioni o promozioni;
  • Un biglietto acquistato a tariffa speciale o promozionale non è mai rimborsabile, nemmeno parzialmente, per nessuna linea/tratta. Tale regime si estende automaticamente a tutti i passeggeri aggiunti in seno allo stesso procedimento di prenotazione.
  • I biglietti acquistati a tariffe speciali o promozionali suscettibili di variazioni, comportano, per ogni modifica, il pagamento di € 25,00 per tratta, oltre che di eventuali differenze tariffarie;
  • I veicoli al seguito possono essere oggetto di iniziative promozionali;
  • I veicoli adibiti al trasporto merci (con o senza carico) non accedono alle iniziative promozionali;
  • Quando si accede ad una promozione che prevede la prenotazione di un veicolo al seguito, il personale preposto all’imbarco constaterà l’effettivo trasporto di tale veicolo. Se quest’ultimo fosse assente, il cliente sarà tenuto a versare una penale;
  • In generale, se il personale di assistenza ai porti dovesse rilevare anomalie nella prenotazione, rispetto a quanto presente all’imbarco, richiederà il pagamento di una penale, anche per il viaggio di andata pur se già effettuato.
  • Le penali corrispondono generalmente al costo della tariffa massima presente nei nostri listini.

 

TARIFFA RESIDENTI/NATIVI

Tariffe agevolate per residenti in Sardegna, Sicilia e Isole Tremiti: le tariffe agevolate indicate automaticamente dal sistema di prenotazione sono applicabili a tutti i cittadini comunitari e non, che con idonea documentazione dimostrino la propria residenza nell’isola da cui partono o in cui sono diretti. Tariffe agevolate per gli emigrati sardi: le stesse tariffe valide per i residenti si applicano, solo sui collegamenti da e per la Sardegna, ai nativi sardi, se lavoratori dipendenti, ed ai loro familiari a carico, la cui residenza anagrafica risulti al di fuori della Regione Sardegna.

Da giugno a settembre sulle linee Civitavecchia/Olbia e viceversa, Napoli/Palermo e viceversa e Genova/Porto Torres e viceversa, dove si applica un regime tariffario variabile e dinamico, ai passeggeri residenti è sempre garantito uno sconto (non cumulabile con altri sconti), fermo restando la possibilità di accedere a tariffe promozionali – con le previste restrizioni – qualora risultassero più convenienti.

Per poter usufruire delle tariffe per residenti e nativi, i passeggeri dovranno esibire, all’acquisto del biglietto e all’imbarco, un documento anagrafico in corso di validità, da cui risulti la titolarità del diritto all’applicazione della tariffa richiesta. In assenza della documentazione indicata, non sarà possibile imbarcare con i biglietti emessi a tariffa “residenti o nativi” ma sarà necessario l’acquisto di un nuovo biglietto a tariffa piena. Il biglietto a tariffa residenti o nativi non sarà rimborsato. Un biglietto emesso con tariffa residenti, associata ad un’offerta speciale, non è rimborsabile. Se la persona nativa o residente effettua il viaggio assieme al proprio coniuge o convivente e/o ai propri figli e/o minori a carico, verrà riconosciuto lo sconto a fronte di un’autocertificazione, senza più dover esibire lo stato di famiglia. Il coniuge e/o convivente ed i figli non residenti che viaggiano in assenza della persona nativa o residente, dovranno accompagnare al biglietto un’autocertificazione con allegato il documento di identità di ciascun soggetto richiedente e del sardo nativo o residente, senza più dover esibire lo stato di famiglia.

TARIFFA RIDOTTA

A favore dei passeggeri non vedenti, nonché dei loro accompagnatori, la Società riconosce una tariffa agevolata, previa esibizione all’acquisto del biglietto e all'imbarco, della nuova tessera (mod.28/C) rilasciata dalle Associazioni competenti.

Nel dettaglio:

  • Se il passeggero non vedente viaggia con l’accompagnatore, a quest’ultimo è concessa la gratuità del passaggio, mentre il passeggero non vedente paga la tariffa intera;
  • Se il passeggero non vedente viaggia senza accompagnatore, è applicata una riduzione del 30%.

FACILITAZIONI DI VIAGGIO

La Società concede facilitazioni di viaggio a favore delle seguenti categorie di passeggeri:

  • Cittadini, regolarmente iscritti nelle liste elettorali, che viaggiano per prendere parte a consultazioni elettorali;
  • Mutilati e invalidi di guerra.

Al passeggero che abbia diritto a più riduzioni, sarà applicata soltanto la più favorevole, non essendo ammesso il cumulo di più facilitazioni.

Per poter usufruire della facilitazione di viaggio, il passeggero dovrà esibire all’acquisto del biglietto e all'imbarco il documento da cui risulti la titolarità del diritto all’applicazione della tariffa richiesta.

Il documento dovrà essere esibito al personale addetto ogniqualvolta richiesto. Il passeggero che durante il viaggio risulti sprovvisto del documento che dà titolo alla facilitazione, sarà tenuto al pagamento della differenza tra la tariffa ridotta già pagata e la tariffa intera maggiorata del 100%.

Art.11 CALL CENTER

Per richiedere informazioni sulle tratte, i servizi, le agevolazioni tariffarie o per semplici comunicazioni, la Società mette a disposizione dell’utenza i seguenti recapiti:

Call Center
Via Traiano s.n.c. (Centro Polifunzionale di Soccavo) - 80126 Napoli (NA)
Tel: 892 123*
callcenter@tirrenia.it – www.tirrenia.it

(*) Il costo della chiamata da telefono fisso, senza scatti alla risposta, è di 18,00 centesimi di euro/min. IVA inclusa. Da mobile il costo massimo è di 15,92 centesimi di euro alla risposta e di 48,96 centesimi di euro al minuto, IVA inclusa. Il costo decorre dalla richiesta di indicare se il chiamante è privato o agenzia.

Il call center è disponibile dal lunedì al sabato dalle ore 9,00 alle ore 20,00.

Art. 12 FORFAIT “TASSE, DIRITTI, ONERI E ALTRI COSTI”

Gli importi del forfait “tasse, diritti, oneri e altri costi” sono suscettibili di variazioni fino al momento dell’emissione del biglietto, salvo in ogni caso per tasse, diritti e variazioni conseguenti a modifiche delle norme vigenti.

Art. 13 CHECK-IN

Il tempo limite per presentarsi al check-in è di trenta minuti per passeggeri senza veicoli al seguito, e due ore per passeggeri con veicoli al seguito, salvo eventuali disposizioni impartite dalle Autorità. Subito dopo il controllo del biglietto, occorre presentarsi all’imbarco. Trascorsi tali termini, la prenotazione decade e non viene più garantito l’imbarco.

Per i passeggeri con disabilità o a mobilità ridotta si applica quanto previsto all’art. 23.

Art. 14 IMBARCO E SBARCO VEICOLI

  1. I veicoli al seguito alimentati a gas liquido devono essere dichiarati all’atto della prenotazione e dell’imbarco.
  2. I sistemi d’allarme e antifurto elettrico devono essere disinseriti all’atto dell’imbarco.
  3. I veicoli adibiti al trasporto merci debbono effettuare le prenotazioni e sono soggetti alle tariffe previste per il trasporto merci e non rientrano pertanto nella categoria
    “veicoli al seguito” di cui alle presenti condizioni. Le lunghezze dei veicoli al seguito sono da considerarsi fuori tutto, compresi ganci traino, timoni o altro. Camper, roulotte, fuoristrada o comunque veicoli di altezza o con ingombro superiore ai m. 2,20 da terra (e/o di larghezza superiore a m. 1,85 pur non essendo soggetti ad alcun supplemento larghezza), devono essere segnalati all’atto della prenotazione. I furgoni che superano i 6 m di lunghezza devono essere prenotati contattando l’ufficio merci al numero 0817201262. In caso di inosservanza di quanto sopra il vettore potrà disporre l’annullamento della prenotazione e l’automatico inserimento nella lista di attesa del giorno, previo pagamento della differenza dovuta oltre che alla penale di 50 €. I veicoli al seguito non saranno imbarcati nell’ordine cronologico del loro arrivo in banchina, ma in base alle disposizioni impartite dal Comandante della nave e/o dai suoi subordinati e potranno essere sistemati su qualunque ponte della nave. Essi dovranno essere imbarcati, parcheggiati (con il freno a mano tirato, la marcia innestata e le luci spente) e sbarcati a cura e responsabilità del passeggero. Si prega di non inserire l’allarme ma di assicurarsi che portiere e bagagliaio siano ben chiusi. Il veicolo al seguito, comprensivo di eventuale rimorchio o roulotte con quanto ivi contenuto è accettato dal vettore come unica unità di carico.

Per gli avvenimenti dannosi che interessano i veicoli imbarcati, il Comando Nave provvede a redigere apposita verbalizzazione in contraddittorio, rilasciando al danneggiato copia di tale documento, sottoscritto dalle parti, riportante l’avvenuta constatazione del danno ed ogni altra osservazione al riguardo. Il risarcimento danni richiedibile dall’avente diritto viene valutato, anche e soprattutto, sulla scorta degli elementi acquisiti in sede di verbalizzazione ed eventualmente liquidato, direttamente dalla Società o tramite coobbligati, nella misura prevista dalla normativa applicabile in materia.

Il danneggiato dovrà inderogabilmente avviare la richiesta di risarcimento danni entro e non oltre il termine di prescrizione semestrale previsto dall’art. 438 del vigente Codice della Navigazione.

Nel caso di danno apparente nessuna domanda di risarcimento, perdita o altro sarà ammessa se lo stato del veicolo non sia stato riconosciuto in contraddittorio con il Comando Nave, secondo la procedura sopra riportata.

Art.15 COMPORTAMENTO DEL PASSEGGERO A BORDO

Il passeggero, dal momento dell’imbarco e fino allo sbarco, deve attenersi alle disposizioni date dal Comando Nave; inoltre deve improntare il suo comportamento alla comune diligenza e prudenza, vigilando sulla sicurezza ed incolumità propria, delle persone e degli animali che sono sotto la sua custodia, nonché sulla sicurezza delle proprie cose, e ciò ove più lo richiedano le condizioni meteo-marine del viaggio.

Il passeggero è tenuto a mantenere un comportamento civile e rispettoso evitando qualsiasi atteggiamento offensivo o lesivo nei confronti degli altri passeggeri e del personale addetto alla navigazione nonché delle norme di sicurezza e di igiene pubblica. Egli non deve in particolare imbrattare i sedili e gli arredi né gettare oggetti a terra o in mare o al di fuori degli appositi contenitori predisposti per la raccolta dei rifiuti, deve usare i servizi igienici senza provocarne l’intasamento o l’imbrattamento, deve osservare le disposizioni impartite dal bordo durante la navigazione. Egli inoltre non deve occupare più di un posto a sedere per singola persona, tenendo conto che l’acquisto del titolo di viaggio non costituisce diritto automatico a riguardo delle disponibilità di posto a sedere ed essendo la capacità della nave, in termini di numero massimo di persone trasportabili, determinata in base alle specifiche normative vigenti. Egli, inoltre, non deve occupare spazi adiacenti ai dispositivi di sicurezza.

È vietato fumare a bordo di tutte le zone coperte. Il personale di bordo è legittimamente incaricato a vigilare sul rispetto di tale divieto ed a segnalare le eventuali inosservanze alle competenti Autorità conformemente alla Legge del 16/01/03 e del relativo accordo attuativo del 16/12/04. Ogni inadempimento comporterà se necessario, oltre all’eventuale richiamo da parte del personale preposto ai controlli a bordo, l’intervento delle Forze dell’Ordine che potranno essere convocate per le azioni di competenza.

La Società non sarà in alcun caso responsabile di perdite e danni causati ai veicoli imbarcati o alle cose in essi contenute da qualsiasi altro veicolo, a meno che non siano ad essa direttamente imputabili. Eventuali reclami andranno regolati direttamente fra le parti coinvolte.

Art.16 DONNE IN GRAVIDANZA

Per le donne in stato di gravidanza in condizioni di gestazione senza complicazioni, concluso il 6° mese di gravidanza, è necessario che la passeggera si doti di certificato medico emesso non più di sette giorni prima della partenza che attesti l’idoneità ad affrontare il viaggio per mare, da presentare all’Ufficiale della Nave o al Commissario che ne facesse richiesta o al personale di bordo delle navi. 

In caso di complicazioni in gravidanza, la passeggera dovrà essere munita di certificato medico, che autorizzi il viaggio indipendentemente dal mese di gestazione. Resta ferma, comunque, la discrezionalità del Comandante di rifiutare il passaggio qualora dovesse ritenere che la passeggera non sia in condizioni di affrontare il viaggio.

Art.17 MINORI

I passeggeri di età inferiore a 14 anni devono viaggiare accompagnati da passeggeri adulti e devono essere in possesso del documento d’identità individuale in corso di validità, in accordo alle disposizioni del Regolamento CE n. 2252/2004.

Devono essere costantemente sorvegliati dai genitori e/o adulti che ne hanno la custodia e non possono circolare sulla nave senza essere accompagnati. In nessun caso il Vettore sarà responsabile per danni occorsi a minori in violazione di quanto sopra.

I passeggeri minorenni di età compresa tra i 14 anni ed i 18 anni, possono viaggiare soli, a condizione di essere in possesso di un’autorizzazione scritta dell’esercente la potestà genitoriale che manlevi il Vettore di ogni responsabilità.

Art.18 ANIMALI E SPECIE PROTETTE

Saranno imbarcati solo se muniti di biglietto, del documento di vaccinazione antirabbica ove dovuta e di certificato medico in corso di validità. In ottemperanza a quanto disposto dall’Ordinanza del Ministero della Salute del 27/8/2004 e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 213 art.2, si ricorda che i detentori di cani devono applicare la museruola e devono tenere i cani al guinzaglio. Gli animali domestici non sono accettati in sala poltrone ed in cabina ad eccezione delle cabine con accesso per animali. Sono ammessi solo sui ponti esterni della nave o, dove disponibili, negli idonei ricoveri fino ad esaurimento disponibilità.

È vietato lasciare animali nel garage della nave.

I cani guida destinati all’assistenza delle persone non vedenti, se munite di relativa documentazione, sono esonerati dal pagamento del biglietto.

Gli esemplari appartenenti a specie animali o vegetali protette, in ottemperanza all’art. 727-bis del codice penale, a recepimento delle direttive comunitarie 92/73/CE, e 2009/147/CE, nonché alla Legge n. 150 del 7/2/1992 a recepimento del Regolamento CE n. 338/97 del Consiglio del 9.12.1996, possono essere trasportati solo se muniti della relativa licenza o certificato ed alle condizioni ivi previste.

Art.19 TRASPORTO D’ARMI

In ottemperanza al Regolamento per l’esecuzione del Codice della navigazione marittima D.P.R. n.328 del 15.2.1952 l’art.384 dispone: “I passeggeri, all’atto dell’imbarco, devono consegnare al Comandante della nave, che provvede a custodirle fino al momento dello sbarco, le armi e le munizioni in loro possesso. Il ritiro delle armi o munizioni nei confronti di coloro che le detengono a causa del loro ufficio o servizio è ammesso solo per gravi ed accertate ragioni da indicarsi con apposita dichiarazione all’atto del ritiro.”

La mancata segnalazione del trasporto d’armi è sanzionato in base all’art. 1199 secondo comma del Codice della Navigazione, salvo che non costituisca più grave reato.

Art. 20 BAGAGLI

Per motivi di sicurezza, non si accettano a bordo bagagli o colli in genere che non siano al seguito di un passeggero viaggiante. La Società non prevede un servizio di custodia.

Sono considerati e ammessi a bordo come bagaglio colli contenenti unicamente effetti personali ordinariamente trasportati in valigie, sacche da viaggio, scatole, cassette e simili.

Il bagaglio al seguito che, per le sue dimensioni, non sia possibile sistemare in cabina o nel posto assegnato, deve essere lasciato all’interno dell’auto.

Oggetti di valore, preziosi o denaro, purché non abbiano natura ingombrante, potranno essere gratuitamente depositati in cassaforte presso l’Ufficio del Commissario di Bordo.

OGGETTI SMARRITI

Nell'eventualità di oggetti dimenticati o andati smarriti a bordo, il passeggero può rivolgersi direttamente all'Ufficio del Commissario di Bordo nell'arco della stessa giornata e possibilmente prima della ripartenza della nave.

Nei dieci giorni successivi, il passeggero può contattare l'Ufficio del porto di arrivo della Società, dove gli oggetti ritrovati vengono trasferiti e restano a disposizione dei proprietari o in alternativa, può richiederli con una e-mail, tramite il form di contatto del sito www.tirrenia.it, selezionando l'apposita voce “oggetti smarriti”.

In tale sezione il passeggero deve specificare le sue generalità, i dettagli del viaggio (data, linea, nave, numero cabina/poltrona) e fornire una descrizione dettagliata di quanto smarrito.

Trascorso infruttuosamente tale periodo, gli oggetti sono inviati presso la Direzione Generale di Napoli sita in: Calata Porto di Massa Interno Porto snc Capannone Juta –CAP 80133, Napoli.

Successivamente, dopo ulteriori ricerche ad opera della struttura aziendale designata, tali oggetti vengono consegnati all’Ufficio oggetti smarriti del Comune di Napoli, luogo deputato a ricevere gli stessi da tutti gli scali, che provvede a mantenerli in deposito e custodia come debitamente indicato dalla normativa civilistica in materia.

Art. 21 INFORMAZIONI SUI PASSEGGERI

In ottemperanza al Decreto Legge n. 251 del 13/10/1999 a recepimento della Direttiva CEE 98/41 del 18/06/1998 e alle normative relative all’applicazione del codice

ISPS sulle norme antiterroristiche si comunica quanto segue: tutti i passeggeri in imbarco sono tenuti a comunicare al vettore eventuali informazioni relative alla propria necessità di particolari cure di assistenza in situazioni di emergenza. I passeggeri che necessitano assistenza per l’imbarco (persone con difficoltà motorie, ecc., sia automunite che a piedi) dovranno comunicarlo in fase di prenotazione, contattando per conoscere la disponibilità di idonee sistemazioni e/o facilità di accesso a bordo, il call center del vettore effettivo; inoltre sono tenuti a presentarsi all’imbarco almeno con due ore di anticipo evidenziando detta necessità al personale di banchina e/o al personale di bordo al fine di consentire l’imbarco dell’autovettura in prossimità di idonei accessi alla nave e l’eventuale assistenza durante le operazioni di imbarco e sbarco. I passeggeri sono altresì tenuti a comunicare già in fase di prenotazione le proprie generalità intese come: COGNOME, NOME, SESSO, NAZIONALITÀ, CATEGORIA DI ETÀ (neonato, bambino, ragazzo, adulto). Nel caso di variazione dei dati sopra evidenziati tra il momento della prenotazione e il momento dell’imbarco, i passeggeri sono obbligati a comunicare detti cambiamenti. I dati personali, raccolti ai sensi del presente articolo, sono conservati solo per il tempo necessario ai fini del citato decreto e/o in ottemperanza a quanto disposto con il Decreto Legislativo n. 196/2003.

Art. 22 CONDIZIONI SANITARIE DEL PASSEGGERO

Il medico di bordo, ove presente, presta la propria assistenza solo nei casi di emergenza; il Vettore non accetta, pertanto, i passeggeri che necessitino di assistenza sanitaria durante il trasporto, salvo quanto previsto dal successivo art. 23. In presenza di idoneo certificato medico rilasciato non oltre 48 ore prima della partenza ed emesso da una struttura sanitaria pubblica (Ospedale, Asl), attestante che il passeggero non necessita di assistenza sanitaria durante il trasporto, il Vettore imbarcherà detto passeggero declinando ogni responsabilità al riguardo.

È, inoltre, sottoposto a giudizio del Comandante e del medico di bordo, l’imbarco del passeggero, che si trovi in condizioni fisiche o psichiche tali che non gli consentano di affrontare il viaggio o tali da recare molestia o cagionare pericolo per sé e per gli altri, per abuso di stupefacenti, allucinogeni ed alcool. In tutti i casi predetti, il passeggero non avrà diritto al risarcimento di danni e sarà responsabile per i danni arrecati alla propria persona, alla nave, a tutte le sue dotazioni o equipaggiamenti, a terzi nonché a cose di terzi.

L’accettazione del passeggero a bordo da parte del Vettore, non dovrà essere considerata come rinuncia a qualsiasi suo diritto a far valere in seguito le sue riserve sulle condizioni del passeggero, conosciute o meno dal Vettore al momento dell’imbarco e/o partenza della nave.

Art.23 PERSONE CON DISABILITA’ E PERSONE A MOBILITA’ RIDOTTA

L’accoglienza a bordo dei passeggeri con esigenze specifiche è regolata dal Decreto Legislativo 8 marzo 2005 n.52, dalle circolari attuative emanate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dal Reg. UE 1177/2010 oltre che dalle procedure interne della Società.

Si considerano passeggeri con mobilità ridotta (PMR) le persone la cui mobilità sia ridotta a causa di qualsiasi disabilità fisica (sensoriale o motoria, permanente o temporanea), disabilità o incapacità intellettiva, o per qualsiasi altra causa di disabilità, gestanti o persone con mobilità ridotta per ragioni di età, la cui condizione richieda un’attenzione adeguata e un adattamento del servizio fornito a tutti i passeggeri per rispondere alle esigenze specifiche.

La Società accetta la prenotazione di persone con disabilità o a mobilità ridotta che ne facciano richiesta alle stesse condizioni di tutti gli altri passeggeri e si impegna a fornire assistenza senza oneri aggiuntivi.

1. Assistenza nei porti:

  • la PMR verrà assistita, qualora ne abbia necessità, dal momento dell’accesso nell’area portuale, sia che questo sia avvenuto con mezzi privati, bus o treno;
  • la PMR sarà accompagnata fino alla biglietteria, per l’acquisto del titolo di viaggio o, qualora ne fosse già in possesso, all’imbarco;
  • la PMR una volta sbarcata verrà accompagnata presso la biglietteria dello scalo.

2. Assistenza a bordo delle unità navali:

La PMR verrà assistita dal personale di bordo:

  • nelle operazioni di imbarco/sbarco;
  • nella gestione del bagaglio;
  • nel raggiungimento del posto assegnato;
  • nel recarsi ai servizi igienici.

Qualora la PMR sia assistita da un proprio accompagnatore, questi potrà richiedere di prestare la necessaria assistenza in porto nonché nelle fasi d’imbarco e sbarco.

Per le PMR non vedenti, la Società prevede la gratuità della sistemazione per il passeggero accompagnatore.

I passeggeri con casi clinici in corso devono essere in possesso di idonea certificazione medica, rilasciata da una struttura dello Stato, in originale, con data non anteriore alle 48 ore prima della partenza.

I passeggeri che devono essere trasportati esclusivamente in barella devono essere accompagnati da almeno una persona abile per l’assistenza richiesta.

Le persone con disabilità o le persone a mobilità ridotta notificano alla Società, al momento della prenotazione o dell’acquisito anticipato del biglietto, le loro esigenze specifiche per la sistemazione, il posto a sedere, i servizi richiesti, o la necessità di trasportare apparecchi medici purché tali esigenze o necessità siano note in tale momento. Per qualsiasi altro tipo di assistenza le PMR devono notificare il Vettore o l’operatore del terminale con almeno 48 ore di anticipo e presentarsi in un luogo destinato all’ora convenuta, in anticipo rispetto all’orario d’imbarco pubblicato.

Qualora il viaggio sia prenotato tramite agenzia o tour operator, il passeggero deve accertarsi che le richieste di assistenza particolare di cui si necessita, siano segnalate secondo la vigente procedura di booking di Compagnia Italiana di Navigazione S.p.A.

L’acquisto del biglietto, con la segnalazione prevista per una delle categorie “PMR”, dà diritto a una linea d’imbarco privilegiata della propria auto al seguito e alla disponibilità di poltrone riservate nei locali pubblici di bordo. Pertanto, il passeggero disabile o a mobilità ridotta esponendo sul cruscotto dell’auto il foglio PMR emesso insieme al biglietto, potrà salire a bordo in via preferenziale presentandosi all’imbarco almeno due ore prima dell’orario di partenza.

Se non viene effettuata la predetta notifica, la Società fa tutto il possibile per garantire che l’assistenza venga fornita in modo tale che la persona con disabilità o a mobilità ridotta possa salire sul servizio in partenza o scendere dal servizio in arrivo per cui ha acquistato il biglietto.

Al fine di garantire il miglior servizio, i passeggeri con mobilità ridotta e/o che necessitano di assistenze particolari, senza veicolo al seguito, devono presentarsi per le operazioni di check-in almeno un’ora prima della partenza.

Per facilitare la mobilità dei passeggeri diversamente abili, le navi della flotta della Società dispongono di aree di parcheggio in garage riservate alle auto dei passeggeri su sedia rotelle, di ascensori dedicati, di montascale, di cabine adeguatamente strutturate con annesso servizio igienico e di aree riservate nelle sale poltrone e negli spazi comuni, nonché di servizio igienico pubblico adeguatamente attrezzato per le PMR. Tutte le navi della Società rendono accessibili gli ambienti dei locali pubblici (ristoranti, self service, sala cinema, etc.) alle PMR.

Il passeggero “ossigeno dipendente” è tenuto a procurarsi la dotazione necessaria e sufficiente per la durata dell’intera traversata, essendo l’ossigeno a bordo delle navi utilizzabile solo per le emergenze.

È consentito per il passeggero “ossigeno dipendente” l’imbarco di un unico erogatore portatile. Per quanto concerne, invece, l’imbarco delle bombole destinate alla ricarica, è necessaria l’autorizzazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Comando Generale -  rilasciata tramite la locale Capitaneria di Porto.

Il passeggero deve altresì presentare, per l’imbarco, un certificato medico che dichiari l’idoneità al viaggio via mare in accordo alle modalità già menzionate.

Compagnia Italiana di Navigazione S.p.A.:

  • assicura che il proprio personale dedicato a  fornire assistenza diretta alle persone disabili e a mobilità ridotta, abbia una formazione specifica sull'assistenza e sulla sensibilizzazione alla disabilità;
  • assicura che tutti i nuovi dipendenti ricevano una formazione sulla disabilità e che tutto il personale segua al momento opportuno corsi di aggiornamento in materia;
  • assicura che se una persona con disabilità o a mobilità ridotta è accompagnata da un cane da assistenza, quest’ultimo è sistemato insieme alla persona in questione, a condizione che sia fornita notifica al Vettore, in conformità delle norme applicabili in materia di trasporto di animali da assistenza;
  • assicura il risarcimento, nel caso in cui le sedie a rotelle, le altre attrezzature per la mobilità o parti di esse vengano perse o danneggiate durante la movimentazione nel porto o il trasporto a bordo delle navi, se l’evento dannoso è imputabile per colpa o negligenza del Vettore o dell’operatore del terminale. Se necessario, la Società fa tutto il possibile per fornire rapidamente attrezzatura sostitutiva.

Art. 24 INFORMAZIONI DI IMBARCO E NORMATIVE DI NAVIGAZIONE

I passeggeri all’atto dell’imbarco sono tenuti a prendere dall’autovettura al seguito tutti gli oggetti di valore e quanto loro necessario durante la traversata (tutte le navi sono climatizzate). Il vettore non risponde di eventuali mancanze di oggetti e/o dotazioni dall’autovettura.

È assolutamente vietato scendere dalla nave dopo aver effettuato le operazioni di imbarco. Qualora la nave sia dotata di ingresso laterale per i passeggeri a piedi, l’accesso al garage con l’autovettura è ammesso al solo autista, gli altri passeggeri dovranno utilizzare la scala laterale muniti del tagliando nominale di check-in.

È assolutamente proibito accedere al garage della nave durante la navigazione.

Art. 25 INFORMAZIONI DI SICUREZZA E COSTI ISPS

In ottemperanza al codice internazionale ISPS relativo alle norme antiterroristiche, si informano i passeggeri che sono tenuti ad esibire il biglietto di viaggio e il documento di identità qualora fosse richiesto da un Ufficiale della nave. Sono altresì tenuti ad acconsentire ad eventuali ispezioni sul proprio bagaglio qualora fosse richiesto. Detti controlli possono essere eseguiti anche dalle strutture portuali.

Durante la sosta della nave in porto è proibito avvicinarsi a meno di 50 metri dalla stessa e dagli ormeggi.

Inoltre, in relazione all’applicazione del codice ISPS, il Vettore informa che le autorità portuali potrebbero disporre di ulteriori richieste e il pagamento di tasse supplementari, non ancora quantificate.

Art.26 RECLAMI

Il passeggero, ove rilevi carenza o irregolarità nel servizio reso dalla Società, può far pervenire eventuali reclami e/o segnalazioni, per iscritto sul libro “Reclami e Suggerimenti” a disposizione su tutte le navi presso l’Ufficio del Comando Nave o alla Società mediante una e-mail, tramite il form di contatto del sito www.tirrenia.it, selezionando l’apposita voce: “reclami”. Il passeggero deve specificare le generalità, i dettagli del viaggio (data, linea, nave, numero cabina/poltrona) e fornire una descrizione dettagliata del disservizio.

Il passeggero può altresì segnalare i malfunzionamenti o le inefficienze del servizio tramite lettera da spedire all’indirizzo della sede amministrativa della Società:

Compagnia Italiana di Navigazione S.p.A.
Calata Porto di Massa Interno Porto snc Capannone Juta
CAP 80133 Napoli

Il passeggero deve presentare il reclamo entro due mesi dalla data in cui è stato prestato o avrebbe dovuto essere prestato il servizio di trasporto. Entro un mese dal ricevimento del reclamo, la Società notifica al passeggero che il reclamo è stato accolto, respinto o è ancora in esame.

La risposta definitiva di Compagnia Italiana di Navigazione S.p.A. è fornita entro due mesi dal ricevimento del reclamo.

Art. 27 LEGGE APPLICABILE E FORO COMPETENTE

Il contratto di trasporto passeggeri, nonché di bagagli e veicoli al seguito è regolato, salvo quanto disposto nelle presenti Condizioni, dalla legge italiana, e segnatamente dal Codice della Navigazione e dai Regolamenti Comunitari vigenti.

Per qualsiasi controversia avente origine dall’interpretazione e/o esecuzione del presente contratto il foro competente è esclusivamente quello della sede legale del Vettore. Peraltro, nel caso di passeggero che rivesta la qualifica di consumatore ai sensi della normativa italiana vigente, sarà esclusivamente competente il foro di residenza o domicilio dello stesso, purché il consumatore sia residente o domiciliato in uno Stato membro dell’Unione Europea.

Art. 28 RESPONSABILITA’ DEL VETTORE EFFETTIVO

Se il Vettore marittimo che opera il trasporto non è il Vettore marittimo contraente, il Vettore effettivo si assume la responsabilità del trasporto ai sensi dell’art. 1681 c.c. e del Regolamento CE/392/2009, pertanto il passeggero ha il diritto di agire direttamente nei suoi confronti. L’indicazione del Vettore effettivo, se diverso dal Vettore contraente, può avvenire sin dal momento della prenotazione nel qual caso è indicato sul biglietto o attraverso comunicazione entro 24 ore dalla partenza.

Art. 29 TARGA VEICOLI

In base alle vigenti normative, le Autorità, obbligano le compagnie di navigazione a fornire il numero identificativo della targa di tutti i veicoli al seguito trasportati: i passeggeri con autoveicoli al seguito hanno pertanto l’obbligo, di fornire tali dati al Vettore di navigazione.

Art. 30 TARIFFE GRUPPI

Sono previste tariffe speciali per gruppi (in alcuni periodi dell’anno), per informazioni scrivere all’indirizzo mail ufficio.gruppi@tirrenia.it o contattare le agenzie di viaggio.

Art. 31 TRASPORTO MERCI

Gli uffici di Compagnia Italiana di Navigazione S.p.A. sono a disposizione per eventuali informazioni, quotazioni e prenotazioni relative al trasporto di merci (0817201262).

TIPOLOGIA VEICOLI AL SEGUITO

AUTO fino a 4,00 m (inclusi veicoli quad)
AUTO da 4,01 m a 5,00 m
AUTO entro 5,00 m di lunghezza e 2,20 m di altezza, con larghezza superiore a 1,85 m
Moto, ciclomotori, scooter
FURGONI superiori ai 6 m devono essere prenotati con l’ufficio merci
Bici (se parcheggiata nel garage della nave)
*CAMPING ON BOARD - solo camper e roulottes al metro lineare fuori tutto compresi timoni, ganci di traino o altro (minimo 4,50 m)
*AUTO superiori a 5,00 m di lunghezza, minibus, camper, roulotte, apecar, pick-up, rimorchi e furgoni al metro lineare fuori tutto compresi timoni, ganci di traino o altro e rimorchi (minimo 2,00 m)

*Le frazioni superiori o pari a 25cm si arrotondano al mezzo metro superiore; quelle inferiori ai 25 cm si arrotondano al mezzo metro inferiore.

Integrazioni o modifiche alle presenti Condizioni Generali di Trasporto saranno rese note dalla Società mediante avviso esposto nei locali in premessa, sul sito internet ed entreranno in vigore con la decorrenza indicata in tale avviso.

​​
​​​​​​​​​