Siti archeologici di Buddusò

Il nuraghe “Loelle” si erge a sei chilometri da Buddusò, ai bordi della strada statale 389 “di Correboi”, che da Buddusò porta a Bitti.
Gli antichi costruttori eressero la struttura appoggiandosi su due grandi costoni rocciosi. È un nuraghe trilobato suddiviso su due piani, costruito con conci di granito di piccole e medie dimensioni, ben lavorati. Vi si accede attraverso un ingresso architravato sopra il quale è stata ricavata la finestrella di scarico. Dall’ingresso si accede ad un piccolo e breve corridoio alla destra del quale si trova la garitta. Da qui si diparte una scala che conduce ad un altro corridoio che si estende per circa 20 metri lungo il perimetro del muro esterno. Lungo la scala ed il corridoio una serie di feritoie assicura all’ambiente una fievole luce. All’inizio del corridoio, sulla destra, si apre un ingresso da cui parte una scala che porta alla torretta: questa in origine era sicuramente su due piani collegati da una rampa di cui è rimasta intatta una parte. Della camera di questa torretta rimangono una parte dei muri perimetrali e un ripostiglio. Dalla sommità del nuraghe si gode un ottimo panorama. Durante gli ultimi lavori di scavo, alla destra dell’ingresso, a circa 5-6 metri di distanza ed a circa un metro sotto il piano di campagna, è stato portato alla luce un ingresso da cui si accede ad una camera. Durante la stessa campagna una delle capanne che componevano il villaggio è stata sottoposta a scavo: qui sono stati riportati alla luce oggetti di uso quotidiano, macine, macinelli, resti di ceramiche e schegge di ossidiana.

Museo di Arte Contemporanea Correva l'anno 1985 quando il direttore della locale biblioteca ebbe l’idea di valorizzare le materie prime del territorio di Buddusò, il legno ed il granito, proponendo una biennale di scultura a livello internazionale. Naque così il Simposio Internazionale di scultura su legno e granito che conobbe uno straordinario successo internazionale. L'evento, ripetuto con enorme successo sino all'anno 2003 ha lasciato in dote al paese un ricco patrimonio scultoreo, largamente apprezzato dai critici della materia. Le opere più significative - tutto tondo e bassorilievi in legno - sono ospitate all’interno della struttura museale. Le opere in granito sono state collocate nel parco circostante il museo e negli scorci più suggestivi del centro abitato di Buddusò, creando in tal modo un vero percorso artistico-culturale.

E per i clienti di Moby e Tirrenia, sconto del 20% su tutte le tariffe di ingresso presentando il biglietto di viaggio.

Info: esiste un servizio di visita guidata all'interno di un itinerario che comprende anche il dolmen Su Laccu, le domus de janas, la tomba dei Giganti.

Orario: 10-13 e 15-19 dal martedì alla domenica.

Scopri gli itinerari

immagine generica