Museo delle Maschere con Tirrenia

Il Museo delle Maschere Mediterranee è situato a Mamoiada, nota in tutto il mondo per le sue maschere tradizionali. Ed è proprio nella città simbolo dei Mamuthones e degli Issohadores, che è stata creata un'esposizione comparata di reperti provenienti da diverse aree del Mediterraneo con l’obiettivo di evidenziarne le affinità piuttosto che le differenze.

Il museo è strutturato in tre diverse zone espositive, ciascuna dedicata alle maschere di determinate zone geografiche e tutte coadiuvate da immagini, suoni ed installazioni multimediali, che rendono la visita estremamente coinvolgente ed emozionante.

È la rappresentazione di un mondo atavico, tribale, forse pagano. Sicuramente magico, affascinante e ricco di immagini che immediatamente si fissano negli occhi e nella mente, di suoni sordi di campanacci che sbattono forte e scuotono i profondi silenzi delle vallate, di tronchi di pero selvatico e di ontano intagliati e lavorati accuratamente per produrre maschere inquietanti, scure, minacciose.

Si parte dalla prima sala, dove è presente una multivisione che, con una sequenza di immagini, testi e suoni accompagnati da un particolare commento musicale, introduce il visitatore al Carnevale e alla gente di Mamoiada. Il percorso continua poi nella "Sala del Carnevale Barbaricino", che presenta una serie di maschere tipiche dell’entroterra sardo e si conclude con la "Sala del Mediterraneo", divisa in tre ambiti geografici (l'arco alpino, la penisola iberica, la penisola balcanica). Per ogni area rappresentata sono presenti dei manichini sopra i quali si proiettano immagini relative ai loro carnevali.

È un viaggio nel tempo quello che si sperimenta tra le sale del museo. Un viaggio nel tempo, nella storia e nel mondo.

Un mondo ai cui i clienti di Tirrenia che avranno raggiunto la Sardegna nel periodo dal primo aprile al 30 novembre 2018, potranno accedere con una tariffa scontata del 40% sul biglietto di ingresso, mostrando il biglietto di viaggio della Compagnia.