Vacanze in Sardegna: Olbia e il golfo degli aranci

Alla scoperta di spiagge da sogno nei dintorni di Olbia

Collocata sulla costa orientale, Olbia è da sempre il principale porto di arrivo in Sardegna. La città ha origini antiche, come testimoniano i numerosi monumenti del centro storico e dei dintorni. Fondata dai Cartaginesi, ha visto susseguirsi diverse dominazioni, dai Romani agli Spagnoli. Per questo, il patrimonio culturale e storico di Olbia è tra i più interessanti dell’isola. Vi suggeriamo alcuni punti di interesse davvero imperdibili.

La Chiesa di San Simplicio, detta anche Basilica Minore, in pieno centro città, risale all’XI secolo. Interamente realizzata con blocchi di granito locale, la chiesa è una preziosa testimonianza dello stile romanico sardo. Ad Olbia, inoltre, si trova un importante Museo Archeologico che raccoglie reperti della zona, tra cui resti di navi romane e medievali.

Non mancano le spiagge su cui rilassarsi. Il lido di Pittulongu, a 7 km da Olbia, è ideale per famiglie dato il suo fondale basso e sabbioso. Poco più a nord, il Golfo degli Aranci: 5 spiagge con sabbia così fine e bianca da sembrare borotalco. Anche qui, il fondale poco profondo e la presenza di stabilimenti balneari, rendono la zona perfetta per le famiglie con bambini. A sud di Olbia, invece, vi aspetta la spiaggia conosciuta come Spalmatore di Terra, sull’Isola di Tavolara, raggiungibile con un traghetto in partenza da Porto S. Paolo. Sarete inebriati dal forte profumo dei cespugli di ginepro e rosmarino, ma, soprattutto, potrete ammirare i numerosi gigli di mare che crescono sulla spiaggia.